Tutte le iniziative

La sindrome dell'arto fantasma. I ritardi della sinistra in materia di democrazia partecipativa

Fino all’ultimo ventennio del Novecento, i grandi partiti di massa hanno rappresentato il canale attraverso il quale i cittadini potevano
partecipare alle scelte pubbliche e alla vita democratica del paese. Oggi che i cambiamenti radicali che hanno riguardato la società e il mondo non consentono più ai partiti di fungere da cinghia di trasmissione degli interessi e del volere popolare, si impone la presenza di una nuova figura, quella del facilitatore dei processi partecipativi e mediatore dei conflitti. È possibile così riscoprire il valore del dialogo e la centralità che esso assume nel processo di democratizzazione della democrazia.

Elezioni amministrative in Spagna: inizia il dopo-Zapatero

Il tracollo socialista alle elezioni amministrative del 22 maggio ha aperto una pagina nuova della storia del partito socialista spagnolo. Dopo la rinuncia di Zapatero a ricandidarsi nel 2012 la scelta è caduta su Alfredo Pérez Rubalcaba: i prossimi mesi ci diranno quanto profondo sarà il cambiamento.

The cosmopolitanism of the left – An answer to globalisation

La sinistra deve lavorare duramente per ricreare un programma politico transnazionale efficiente e convincente. Una socialdemocrazia cosmopolita sarebbe in grado di guidare un nuovo fronte sociale per domare e regolare le forme di capitalismo più dirompenti, preservando al tempo stesso il suo dinamismo.

Superare la politica della paura

La crisi alimenta nei cittadini-elettori paure che la destra ha saputo intercettare e utilizzare a proprio vantaggio mentre la sinistra progressista non ha saputo darvi risposta. Fin quando la sinistra non si doterà di una nuova strategia per la ripresa che consenta di uscire dalle secche della crisi e di porre le basi per una fase di ripresa sostenuta non potrà ritornare ad essere vincente.

Il carattere degli italiani e il signor B.

Quello del carattere nazionale è un tema importante: direi addirittura un tema obbligato, se vuoi fare il mestiere dello scrittore in modo non superficiale. Naturalmente se scrivi romanzi di genere: i romanzi neri, i gialli, i rosa, i verdastri (come diceva Céline…), puoi anche non occuparti di queste faccende, perché ti muovi nell’universalità della superficialità. Sei un “cittadino del mondo”: i sentimenti e gli orifizi, più o meno sono gli stessi dovunque. Ma se vuoi andare al di là dell’intrattenimento non puoi sfuggire alla consapevolezza di appartenere a una lingua, a una storia, a una comunità di parlanti. Ti piaccia o no.

Come formichine laboriose

Era un altro secolo. Un altro mondo. Un’altra vita. Avevo pubblicato un primo libro, scivolato via perché innovativo ma sopratutto brutto. Stavo cercando di scrivere qualcos’altro: perché scrivere mi piaceva, e di scrivere avevo bisogno.
Il mio compagno di allora lesse, analizzò, stroncò. Discutemmo. Più che altro mi difendevo, difendevo il desiderio di scrivere.

L’uomo che vendeva entusiasmo

Siamo qui, tra i ligustri di via De Rossi, al centro di una città alla foce dell’Adriatico, in un braccio di strada isolato dai vigili, nell’arrembaggio delle troupe televisive. La primavera si annuncia con una folata di scirocco. Un monitor a tutto volume sistemato su un trespolo che sovrasta la folla dice che c’è stata scarsa affluenza alle urne in tutto il paese ma che tra pochi minuti i seggi saranno chiusi e comincerà la ridda degli exit poll.

Next Left

Il 5 novembre, a Roma, la Foundation for European Progressive Studies, con la collaborazione di Italianieuropei, della Friedrich Ebert Stiftung, della Fondazione Gramsci e della Fondazione Socialismo, organizza la conferenza Next Left. Renewing Social Democracy, un convegno per riflettere sul futuro e sulle prospettive della socialdemocrazia europea.

Sulla dignità del populismo

Se in un’accezione positiva il termine populismo può voler dire difendere valori come l’uguaglianza delle opportunità, la competenza, la mutua collaborazione e il senso comunitario, quanto populiste dovrebbero essere le forze di sinistra? In che misura il divario fra la coscienza popolare esistente e l’ideologia di sinistra può contribuire a spiegare le difficoltà di quest’ultima?

Prec.
1

le Pubblicazioni


ie_ipad_kindle2
ipad2_grande_sito
Leggi Italianieuropei anche sul tuo tablet. Scarica dall’Apple Store l’app per iPad o acquista su Amazon un numero in formato ebook per Kindle, pc e altri tablet. | Leggi tutto