Tunisia: una rivoluzione senza bussola

Di Rachid Khechana Mercoledì 03 Ottobre 2012 15:13 Stampa

A quasi due anni di distanza dalle rivolte che, proprio a partire dalla Tunisia, hanno dato inizio alla Primavera araba, il paese nordafricano attraversa una grave crisi istituzionale, che vede il partito di maggioranza relativa, Ennahda, operare al fine di conservare quanto più a lungo possibile il potere e impedire così il completamento del processo di transizione democratica. Tutto ciò in un contesto economico e sociale sempre più difficile, che spinge molti giovani tunisini a lasciare la patria e a cercare fortuna in Europa.

La rivista è disponibile nelle edicole e nelle librerie delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.

Acquista la rivista

Abbonati alla rivista

Su iPad e Kindle