Microfisiche del cibo fra edonismo e cultura

Di Giovanni Pizza Venerdì 30 Novembre 2012 16:19 Stampa

L’idea del cibo attiva contrapposizioni che vanno ormai superate, cercando di essere all’altezza di quel che si mangia. Il cibo è infatti
anche, e soprattutto, una pratica sociale. Eppure, nella nostra società degli sprechi, non si tiene conto del drammatico problema della fame e anzi si raffina sempre più – grazie alle moderne biotecnologie – quel che si mangia, al punto che si sta diffondendo un tipo di cucina estrema, molecolare, che ricerca l’essenza del cibo nelle sue particelle più infinitesimali.

La rivista è disponibile nelle edicole e nelle librerie delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.

Acquista la rivista

Abbonati alla rivista

Su iPad e Kindle