La persona digitale, la trasparenza e la politica

Di Derrick de Kerckhove Giovedì 20 Marzo 2014 16:12 Stampa

La rivoluzione digitale in atto apre nuovi interessanti scenari di carattere sociopolitico che riguardano da un lato la sicurezza e la privacy della persona digitale, dall’altro l’esigenza, emersa chiaramente dopo WikiLeaks, di maggiore trasparenza nell’azione dei governi. È una rivoluzione che tocca nel profondo il rapporto tra governanti e governati, e che fa di blog e social network la nuova agorà elettronica. In questo contesto, affidabile è il politico che si rivela senza alcun timore e che, così facendo, si conquista la fiducia dei cittadini. Una maggiore attitudine della leadership al dialogo aperto, nel villaggio globale digitale di cui siamo parte, sarebbe una scelta vincente.

La rivista è disponibile nelle edicole delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.

Acquista la rivista

Abbonati alla rivista

Su iPad e Kindle