La grande impresa in Italia: un declino inarrestabile?

Di Franco Amatori Venerdì 17 Gennaio 2014 17:45 Stampa

La grande impresa ha subito in Italia un destino assai curioso. Protagonista del boom economico degli anni Cinquanta e Sessanta, ha patito a lungo l’assenza di una cornice giuridico-istituzionale che le permettesse di raggiungere in modo duraturo i traguardi che l’avrebbero collocata su posizioni di frontiera a livello internazionale. Quando, sotto il forte stimolo dell’adesione al Trattato di Maastricht, furono introdotte istituzioni economiche e giuridiche simili a quelle dei paesi più avanzati, la stagione d’oro della grande impresa italiana si era inesorabilmente chiusa. E ora? Quali politiche attuare per sostenere le nuove realtà del capitalismo italiano e le poche grandi imprese sopravvissute?

La rivista è disponibile nelle edicole delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.

Acquista la rivista

Abbonati alla rivista

Su iPad e Kindle