image image image
Convegni E se davvero ritornassero tutti a casa loro? Giovedì 23 novembre, ore 17.30, a Roma, presso la Sala Assunta, si terrà l'ini...
Rivista La sinistra ricomincia, dalle fondamenta. Italianieuropei 5/2017 Questo numero è quasi interamente dedicato alla sinistra. Inizia, con l’edito...
Italianieuropei 5/2017 La mia CGIL. Intervista a Landini Sono in crisi tutte le organizzazioni di rappresen­tanza sociale, sia quelle po...
image
E se davvero ritornassero tutti a casa loro?
image
La sinistra ricomincia, dalle fondamenta. Ita...
image
La mia CGIL. Intervista a Landini
Rivista Articoli del numero 5/2017

Del numero 5/2017 di Italianieuropei sono disponibili integralmente l'editoriale di Massimo D'Alema e gli articoli di Pier Luigi Bersani, Roberto Giovannini, Alessio Viola, Marco Almagisti e Paolo Graziano, Martino Mazzonis, Loris Zanatta, Alberto Crespi.


Rivista Articoli del numero 4/2017

Del numero 4/2017 di Italianieuropei sono disponibili integralmente gli articoli di Peppino CaldarolaRosa Fioravante, Marco Omizzolo, Maurizio de Giovanni, Alessandro De Angelis, Domenico Cerabona, Mario Del Pero.


Italianieuropei 4/2017 Corbyn, il vecchio socialista che ha rivitalizzato il Labour

Come è possibile che un sessantottenne, sindacalista, parlamentare di lunghissimo corso ma che non ha mai ricoperto ruoli di spicco nel governo e nel Partito Laburista, attivista di tutte le cause perse degli anni Sessanta, sia riuscito a diventare leader della sinistra inglese e un fenomeno pop in grado di scatenare tra i giovani britannici un entusiasmo riservato solitamente alle rockstar? Il successo di Jeremy Corbyn è da un lato l’esito di un intreccio di eventi rocamboleschi, dall’altro il frutto del suo modo di fare politica e della forza dell’idea che rappresenta: un programma elettorale apertamente socialista in grado di ottenere un consenso eccezionale perfino nel Regno Unito.


Rivista Italia bella mostrati gentile. Italianieuropei 4/2017

Una rivista non è ciò che tu scrivi. Il tuo compiacimento non è nell’editoriale o nell’articolo che viene letto e, se capita, addirittura apprezzato. Una rivista, una bella rivista come questa, è un piccolo esercito che va fuori dai propri accampamenti e cerca di intercettare le coscienze, anche quelle meno disposte favorevolmente verso i tuoi temi, con cui ingaggiare una battaglia di conquista. 


Italianieuropei 4/2017 Fastidio

Danno fastidio. Danno molto fastidio.
Specialmente adesso, che è arrivata l’estate ma non fa ancora tanto caldo, e piacerebbe tenere le finestre aperte invece dell’aria condizionata. Non bastava la zona pedonale che pedonale non è, con i furgoni e le macchine col lampeggiatore e i motorini, gli impiegati e i funzionari dei mille uffici devono invece tenerle chiuse, le finestre, che se no non si riesce a lavorare, con tutto quel rumore. Anche la musica, adesso. Danno fastidio. Molto fastidio.


Rivista Post-verità ed Europa a più velocità nel numero 3/2017

Prodotte allo scopo tanto di colpire gli avversari politici quanto di trarne guadagno, le fake news creano dibattito su “fatti” falsi, avvelenando le opinioni che ne derivano e distorcendo così i meccanismi di formazione del consenso. Non riuscirebbero però ad avere la presa che hanno senza due ulteriori elementi che contribuiscono ad alterare le dinamiche della vita collettiva: fragilità culturale e rabbia sociale.


banner_ipad2

Acquista la rivistabanner_5permille2

Il meglio di ie

di Fortunato Musella Il vento radical-populista che scuote le democrazie

I partiti dell’estrema destra per la prima volta conquistano larghe fette dell’elettorato, candidandosi per la guida di alcuni dei più importanti paesi occidentali. Riallacciandosi allo spirito populista del tempo, fanno leva sulla crisi della rappresentanza e su importanti cambiamenti strutturali della società. Una sintonia che tuttavia non assicura la legittimità di forze che fanno traballare, dall’interno, le democrazie europee.

di Marco Tarchi Le ragioni del successo populista: ipotesi a confronto

La capacità delle forze populiste di sfruttare dal punto di vista elettorale le esplosioni di emotività collettiva suscitate dall’opposizione all’immigrazione e dalla protesta antipolitica non basta a spiegarne pienamente il successo. Diverse sono le ipotesi interpretative a riguardo, che da una parte sottolineano la capacità di questi partiti di combinare il radicalismo verbale e la politica simbolica con gli strumenti del marketing politico, dall’altra tendono a spiegarne il ruolo crescente inserendoli all’interno dello scenario più generale di trasformazione della politica nelle società postindustriali, da un’altra ancora ne evidenziano la capacità di risposta all’inquietudine di molti cittadini europei di fronte a fenomeni ai quali non erano preparati, in primo luogo la trasformazione delle società in senso multietnico e multiculturale.

ie Social

Feed RSSIscriviti alla newsletterTumblrLe foto su FlickrI video su YoutubeFacebook

Che cosa vede la sinistra europea nell’America Latina? Soprattutto quella “redentiva”, che ha ...

Loris Zanatta | La sinistra tra falsi miti e sogni perduti dell’America Latina

le Pubblicazioni


ie_ipad_kindle2
ipad2_grande_sito
Leggi Italianieuropei anche sul tuo tablet. Scarica dall’Apple Store l’app per iPad o acquista su Amazon un numero in formato ebook per Kindle, pc e altri tablet. | Leggi tutto