Dopo la guerra, la sinistra tra Nord e Sud. La sfida dell'interdipendenza

Di Redazione Mercoledì 04 Giugno 2003 01:00 Stampa

Un confronto tra la sinistra europea e la sinistra brasiliana sui nodi di un'agenda condivisa. Dopo le divisioni sulla guerra in Iraq, quali sfide comuni attendono la sinistra europea? Quali risposte vengono dal riformismo mondiale, al governo o all'opposizione, di fronte alla sfida dei neoconservatori? Come reagire al bisogno di politica e di equità che viene dagli squilibri della globalizzazione?

Sono intervenuti:

Massimo D'Alema Fondazione Italianieuropei
Tarso Genro Ministro brasiliano per lo Sviluppo economico e sociale
Peter Mandelson Policy Network
Dominique Strauss-Kahn A gauche, en Europe

intervistati da

Antonio Polito Direttore del Riformista

Luogo: Roma, Palazzo Marini, Via del Pozzetto 158

ie Online

di Fabio Atzeni e Sally Stoppa Libia, tra desideri e rischi per l’Italia
Malgrado gli sforzi per riconciliare le tante anime delle fazioni in gioco in Libia la strada per la formazione di…
di Giovanni Bastianelli Le sfide del digitale in ambito turistico
Quello turistico è stato tra i primi settori a recepire positivamente l’influenza e l’utilità della rete. Quali tendenze, applicazioni e…
di Romeo Orlandi Cina e Taiwan a Singapore. L’unità nella diaspora
La stretta di mano tra il presidente cinese Xi Jin Ping e quello di Taiwan Ma Ying-jeou segna una svolta…

le Pubblicazioni


copertina_4_2017_small

Del numero 4/2017 sono
disponibili integralmente
gli articoli di:

Peppino Caldarola
Rosa Fioravante,
Marco Omizzolo,
Maurizio de Giovanni,
Alessandro De Angelis,
Domenico Cerabona,
Mario Del Pero.

ie_ipad_kindle2
ipad2_grande_sito
Leggi Italianieuropei anche sul tuo tablet. Scarica dall’Apple Store l’app per iPad o acquista su Amazon un numero in formato ebook per Kindle, pc e altri tablet. | Leggi tutto