acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

Sud, ambiente, Stati Uniti nel numero 1/2015

Di Italianieuropei Martedì 13 Gennaio 2015 10:54 Stampa

copertina_1_2015

Sprofondo Sud Crollo del PIL, aumento della disoccupazione, implosione demografica, crescita della povertà, desertificazione industriale. I termini che descrivono la situazione attuale del Mezzogiorno sono tutti drammaticamente negativi e richiederebbero un’azione politica di straordinaria incisività. Invece, proprio ora che sarebbe necessario il massimo sforzo per impedire al Sud di scomparire nello sprofondo in cui sta scivolando, la politica ha rimosso la questione meridionale dalla sua agenda.

Italia ecosostenibile, una sfida dimenticata Mentre a livello globale ed europeo riprendono forza i temi del contrasto al cambiamento climatico e della sostenibilità ambientale, in Italia si continua a guardare con sufficienza all’ipotesi di una via di uscita green dalla crisi. Puntare sull’economia dell’ecosostenibilità ambientale ed energetica potrebbe invece essere il percorso migliore da intraprendere per dare al paese una reale possibilità di collocazione nel mondo globalizzato e  valorizzare le risorse, le vocazioni e i talenti che possiede.

L’America del dopo Obama Archiviate le elezioni di mid-term dello scorso novembre e preso atto del giudizio, in gran parte negativo, che il loro esito ha espresso sull’operato di Obama, il sistema politico americano comincia a organizzarsi in vista delle elezioni presidenziali del 2016 e a riflettere sul senso e la spendibilità dell’eredità che i due mandati del presidente lasciano tanto in politica interna quanto in politica estera. 

Vai al sommario del numero 1/2015


Del numero 1/2015 di Italianieuropei sono online gli articoli di Gianfranco Viesti, Giuseppe Provenzano, Alessandro Rosina, Simona Bonafè, Edoardo Zanchini, Mario Del Pero, Pasquale Ferrara.