acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

La Germania, le banche e lo sviluppo delle città nel numero 8/2012

Di Italianieuropei Martedì 04 Settembre 2012 16:48 Stampa

copertina_8_2012

Incontri dei leader europei e dichiarazioni in difesa dell’euro si sono susseguiti frenetici per tutta l’estate e c’è ora grande attesa per il pronunciamento della Corte costituzionale tedesca del prossimo 12 settembre. La palla è quindi, di nuovo, in mani tedesche, e la Germania, per l’ennesima volta dall’inizio della crisi, si trova a dover decidere quali margini di flessibilità è disposta a concedere pur di offrire una chance di futuro alla moneta unica europea. All’analisi delle ragioni profonde dell’atteggiamento tedesco nei confronti del progetto europeo e delle sorti dei suoi partner è dedicata la rubrica “La Germania e la crisi europea”.

Sono ormai ampiamente riconosciute le responsabilità che la deregolamentazione del settore finanziario e l’abnorme finanziarizzazione dell’economia che ne è seguita hanno avuto nel provocare la crisi, così come è noto il ruolo propulsivo che in questo processo ha avuto il sistema bancario, colpevole, oltre tutto, di aver tradito la sua missione originaria: raccogliere il risparmio per indirizzarlo al sostegno finanziario dell’economia reale, delle famiglie e delle imprese. Alla tenuta del sistema bancario continentale, all’analisi del ruolo che gli istituti di credito potranno, anzi dovranno giocare per garantire la ripresa economica in Europa sono dedicati gli articoli di “Un ruolo per le banche”.

In tutto il mondo è in atto un rapido e irreversibile processo di inurbamento che sta trasformando radicalmente i paesaggi urbani e che pone le città del XXI secolo sfide inedite, prima fra tutte quella di individuare soluzioni ai problemi legati alla crescita demografica che siano compatibili con il pieno rispetto dell’ambiente e del paesaggio extraurbano. Alla discussione dei tratti delle politiche urbane del futuro e delle direttici su cui costruire il rilancio delle città italiane è dedicata la rubrica “Lo sviluppo delle città”.

Vai al sommario del numero 8/2012

 

 

Del numero 8/2012 di Italianieuropei sono disponibili online, assieme all'editoriale, gli articoli di Beda Romano, Costanza Russo, Paolo Desideri, Livio Sacchi, Alessio D’Auria, Sergio Fabbrini.