acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

Politica, antipolitica e il bisogno di sinistra in Europa nel numero 7/2012

Di Italianieuropei Lunedì 09 Luglio 2012 17:02 Stampa

copertina_7_2012

Sono tempi duri per la politica e per i partiti, investiti in pieno da un’onda ostile che, nelle diverse forme della tecnocrazia, dell’astensionismo e del grillismo, sta montando nel paese. Eppure questa crisi non è irreversibile, e tante sono le energie ancora presenti nel paese che aspettano solo di trovare il canale giusto per esprimersi in maniera positiva e costruttiva. È il momento di chiedersi "Da dove ripartire?"; è tempo di “ridefinire le ragioni del riformismo in rapporto a una analisi nuova e più seria della questione sociale”.

Anche in Europa si sta giocando una partita cruciale: si intravede, finalmente, uno spiraglio per ridisegnare le linee direttrici di politica economica in direzione del superamento delle misure di austerity e del recupero degli storici valori della fratellanza e della solidarietà. Anche in Europa si impone un nuovo "Bisogno di sinistra".

Vai al sommario del numero 7/2012

 

 

Del numero 7/2012 di Italianieuropei sono disponibili online, assieme all'editoriale di Alfredo Reichlin, l'intervista ad Antonio Padellaro e gli articoli di Nadia Urbinati, Giuseppe Vacca e Ronny Mazzocchi.