acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

La controrivoluzione preventiva di Putin

Di Alexander Etkind Martedì 15 Luglio 2014 09:38 Stampa

La Russia ha avuto vent’anni dal crollo dell’Unione Sovietica per trasformarsi in uno Stato europeo. Ma scientemente tale sviluppo è stato ostacolato dall’azione di un’élite che ha fatto della corruzione, dell’ossessiva accumulazione di capitale e dello sfruttamento improduttivo delle risorse naturali del paese la propria regola di vita. L’economia russa dipende dal mercato dell’energia europeo e dal lavoro a basso costo degli immigrati, e le sanzioni americane ed europee, la scarsità di investimenti e la recessione potrebbero rivelare i limiti del putinismo e far esplodere le tensioni sociali. È proprio per questo che Putin ha cercato di proiettare all’esterno la crisi del suo sistema ed è per timore che la “piaga rivoluzionaria” potesse raggiungere Mosca che ha reagito alle proteste di Piazza Maidan.

La rivista è disponibile nelle edicole delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.