acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

L'integrazione degli immigrati in tempo di crisi:quali prospettive?

Di Corrado Bonifazi Lunedì 20 Gennaio 2014 10:44 Stampa

Il numero degli stranieri regolarmente presenti nel nostro paese si è più che triplicato negli ultimi dieci anni e questo perché, nonostante i governi di centrodestra, l’immigrazione continua a svolgere un’importante funzione economica. Il processo di integrazione degli immigrati non è però andato avanti di pari passo e ha subito il contemporaneo e negativo influsso della crisi economica e dei tagli al finanziamento delle politiche sociali. I forti investimenti nei centri di identificazione ed espulsione stanno d’altro canto a dimostrare che si è voluto più contrastare l’immigrazione irregolare che favorire l’integrazione. L’istituzione di un ministero specifico all’interno del governo Letta rappresenta però un forte segnale di cambiamento nell’approccio alla complessità del fenomeno migratorio.

La rivista è disponibile nelle edicole delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.