acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

La Grecia nell’ottocento tra unioni monetarie e default: qualche lezione per l’oggi

Di Luca Einaudi Lunedì 09 Luglio 2012 16:27 Stampa

  Le diffi coltà della Grecia odierna e, in certa misura, dell’Italia, non sono molto diverse da quelle incontrate alla fi ne dell’Ottocento, quando i due paesi parteciparono a una precedente Unione monetaria, detta “latina”. Entrata nell’Unione nel 1868, la Grecia causò immediate controversie a causa dei suoi problemi di fi nanza pubblica, esacerbati dalle guerre contro l’Impero ottomano. L’instabilità monetaria e il default sul debito estero subordinarono ripetutamente la Grecia alle potenze estere, dal punto di vista sia monetario che fi nanziario. Tuttavia, il default della Grecia del 1893 non provocò effetti di contagio nei confronti di altri paesi europei e l’Unione monetaria latina non crollò a causa delle debolezze greche e italiane, ma si sciolse per consunzione negli anni Venti del Novecento.

La rivista è disponibile nelle edicole e nelle librerie delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.