Il divario digitale. Disuguaglianze sociali e culturali nel mondo giovanile

Di Paolo Botta Venerdì 28 Gennaio 2011 16:12 Stampa

L’utilizzo delle tecnologie informatiche e telematiche (ICT) sta diventando sempre di più, con il passare del tempo, un aspetto fondamentale della vita individuale e sociale di molti cittadini, ma non ancora dell’intera popolazione, come sarebbe invece auspicabile nell’ottica di favorire processi di partecipazione generalizzata alla vita sociale, civile e politica.

Allorquando la platea di user, per effetto di una maggiore pervasività della rete elettronica, diventerà non solo più ampia, ma anche maggiormente differenziata sul piano economico e culturale, si accresceranno notevolmente le possibilità di interscambio e di reciproco stimolo culturale, con conseguenze positive su un’opportuna diffusione delle opportunità di accesso ai luoghi della cultura (portali, siti o blog in cui trovare materiale utile per studio e approfondimenti), così come a quelli della formazione e dell’apprendimento. La rete potrà, inoltre, incidere notevolmente sulle modalità di socializzazione e di costruzione dell’identità sociale, ma anche sullo stesso modo di pensare, ponendo in essere logiche nuove nei processi di apprendimento. Una generalizzazione di internet nella vita di ciascuno di noi, a un tempo supporto e conseguenza di una nuova socialità, potrà implicare una diversa strutturazione della comunicazione con lo sviluppo di network funzionali, ma anche un elevamento culturale da realizzare attraverso il reperimento veloce ed efficace di materiale per lo studio e attraverso la partecipazione a forme di e-learning. Inoltre, un più appropriato utilizzo della rete elettronica contribuirà certamente ad un miglioramento dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro attraverso l’utilizzazione di banche dati elettroniche e di agenzie di collocamento online, ma anche attraverso lo sviluppo di comunità di pratiche finalizzate alla reciproca interazione professionale.

Download: Il divario digitale. Disuguaglianze sociali e culturali nel mondo giovanile - di Paolo Botta

le Pubblicazioni


copertina_4_2017_small

Del numero 4/2017 sono
disponibili integralmente
gli articoli di:

Peppino Caldarola
Rosa Fioravante,
Marco Omizzolo,
Maurizio de Giovanni,
Alessandro De Angelis,
Domenico Cerabona,
Mario Del Pero.

ie_ipad_kindle2
ipad2_grande_sito
Leggi Italianieuropei anche sul tuo tablet. Scarica dall’Apple Store l’app per iPad o acquista su Amazon un numero in formato ebook per Kindle, pc e altri tablet. | Leggi tutto