acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

Istruzione e diseguaglianza sociale. Il caso italiano

Written by Gabriele Ballarino Wednesday, 14 October 2015 14:44 Print

L’idea che l’aumento della partecipazione universitaria sia una leva per ridurre le diseguaglianze sociali nella realtà del nostro paese non sembra corrispondere a verità. I risultati delle ricerche suggeriscono invece che la riduzione della diseguaglianza scolastica non è in grado, di per sé, di favorire la riduzione della diseguaglianza socioeconomica. Meglio sarebbe investire nel sostegno alle famiglie per i primissimi anni di vita dei bambini e nei servizi all’infanzia, per controbilanciare da subito l’influenza negativa dei contesti familiari e sociali degradati, e creare corsi di formazione professionale che offrano reali opportunità occupazionali.

La rivista è disponibile nelle edicole delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.

ie Online

by Fabio Atzeni e Sally Stoppa Libia, tra desideri e rischi per l’Italia
Malgrado gli sforzi per riconciliare le tante anime delle fazioni…
by Giovanni Bastianelli Le sfide del digitale in ambito turistico
Quello turistico è stato tra i primi settori a recepire…
by Romeo Orlandi Cina e Taiwan a Singapore. L’unità nella diaspora
La stretta di mano tra il presidente cinese Xi Jin…
by Fabio Veronica Forcella Outlet Italia
Nel 2014 l’Italia ha scalato le classifiche internazionali relative alla…