acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

Regole e finanziamento dei partiti: un'occasione persa?

Written by Eugenio Pizzimenti Wednesday, 14 May 2014 16:37 Print

La recente conversione in legge del decreto 149 sul finanziamento pubblico ai partiti pone l’Italia in una condizione di anomalia rispetto alle altre democrazie europee, nelle quali l’intervento dello Stato nella vita dei partiti è previsto sia dal punto di vista della regolazione che da quello del finanziamento, attraverso contributi diretti, indiretti e privati. Questa anomalia presenta anche tratti paradossali, perché afferma, e nello stesso tempo di fatto nega, il ruolo dei partiti come “produttori” di beni pubblici. Che si tratti di un’ammissione di irriformabilità della nostra politica o di una strategia di deresponsabilizzazione, è un’incoerenza, questa, che lascia comunque molto perplessi.

La rivista è disponibile nelle edicole delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.

ie Online

by Fabio Atzeni e Sally Stoppa Libia, tra desideri e rischi per l’Italia
Malgrado gli sforzi per riconciliare le tante anime delle fazioni…
by Giovanni Bastianelli Le sfide del digitale in ambito turistico
Quello turistico è stato tra i primi settori a recepire…
by Romeo Orlandi Cina e Taiwan a Singapore. L’unità nella diaspora
La stretta di mano tra il presidente cinese Xi Jin…
by Fabio Veronica Forcella Outlet Italia
Nel 2014 l’Italia ha scalato le classifiche internazionali relative alla…