acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

Il ritiro della missione ISAF e le prospettive di stabilità in Afghanistan

Written by Caroline Wadhams Friday, 17 January 2014 18:03 Print

Dopo dodici anni di impegno in Afghanistan, le forze internazionali di sicurezza stanno per concludere la loro missione. La stabilità del
paese comincerà pertanto a dipendere da fattori diversi da quello militare. In primo luogo, dall’ordinato svolgersi del processo di transizione politica, che culminerà nelle elezioni presidenziali e provinciali del prossimo anno; ma anche dalla generosità dei finanziamenti stranieri alla debole economia afgana e dalle possibili ingerenze dei paesi vicini, Pakistan soprattutto. Allo stato attuale è difficile dire, anche alla luce delle variabili sopra descritte, se quanto fatto in questi anni sia suffi ciente a garantire un futuro di pace e stabilità al popolo afgano.

La rivista è disponibile nelle edicole delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.

ie Online

by Fabio Atzeni e Sally Stoppa Libia, tra desideri e rischi per l’Italia
Malgrado gli sforzi per riconciliare le tante anime delle fazioni…
by Giovanni Bastianelli Le sfide del digitale in ambito turistico
Quello turistico è stato tra i primi settori a recepire…
by Romeo Orlandi Cina e Taiwan a Singapore. L’unità nella diaspora
La stretta di mano tra il presidente cinese Xi Jin…
by Fabio Veronica Forcella Outlet Italia
Nel 2014 l’Italia ha scalato le classifiche internazionali relative alla…