acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

In questo numero

Written by Italianieuropei Friday, 17 January 2014 16:47 Print

Nonostante gli auspici e le previsioni ottimistiche, la ripresa tarda ad arrivare. Nel frattempo, oltre tutto, non ci si attrezza per far sì che quando arriverà essa possa trasformarsi in crescita robusta. Per questo, proponiamo qui alcune “Idee progressiste per la crescita”.

Dopo dieci anni di presenza in Afghanistan, entro la fine del 2014 si concluderà la missione internazionale ISAF. Cosa accadrà dopo? E soprattutto, “Quale Afghanistan lasciamo?”

copertina_1_2014Nonostante gli auspici e le previsioni ottimistiche, la ripresa tarda ad arrivare. Nel frattempo, oltre tutto, non ci si attrezza per far sì che quando arriverà essa possa trasformarsi in crescita robusta. Per questo, proponiamo qui alcune “Idee progressiste per la crescita”.

Dopo dieci anni di presenza in Afghanistan, entro la fine del 2014 si concluderà la missione internazionale ISAF. Cosa accadrà dopo? E soprattutto, “Quale Afghanistan lasciamo?”

Nonostante si confronti da più di venti anni con un consistente e costante flusso migratorio, la politica italiana pare non aver ancora preso appieno coscienza della portata e dell’ineluttabilità del fenomeno, per gestire il quale continua a mettere in campo strumenti inadeguati. È giunto il momento di disegnarne di nuovi, cominciando con il “Cancellare la Bossi-Fini”

Vai al sommario del numero 1/2014