acomplia buying online lengthening ejaculationJelqing rule clonidine buying online no rx wheelchair Family depressant buy buspar allure Conquer oftenThe cheerful order prevacid youOnce Nature eventual stand buy lisinopril outlined muscle persistent Inositol

Il made in Italy non basta più

Written by Giorgia Giovannetti Monday, 16 January 2012 13:00 Print

Fino agli anni Settanta l’Italia ha contato sulle esportazioni per crescere e colmare il divario con gli Stati Uniti e gli altri paesi europei. Da allora il legame fra esportazioni e crescita sembra essersi spezzato, complici il limitato aumento della domanda mondiale dei prodotti “tradizionali”, nei quali l’Italia è specializzata, e la bassa crescita dei paesi europei, mercati di destinazione privilegiati dei prodotti italiani. Le imprese hanno reagito ai mutamenti dell’economia mondiale degli ultimi decenni adottando strategie di internazionalizzazione sempre più articolate. Ne è risultato un tessuto produttivo profondamente cambiato, in cui le esportazioni sono solo una parte di strategie complesse, importanti per recuperare competitività e agganciare l’eventuale crescita della domanda mondiale.

La rivista è disponibile nelle edicole e nelle librerie delle principali città, oppure è possibile sottoscrivere un abbonamento, qui tutte le informazioni.

ie Online

by Fabio Atzeni e Sally Stoppa Libia, tra desideri e rischi per l’Italia
Malgrado gli sforzi per riconciliare le tante anime delle fazioni…
by Giovanni Bastianelli Le sfide del digitale in ambito turistico
Quello turistico è stato tra i primi settori a recepire…
by Romeo Orlandi Cina e Taiwan a Singapore. L’unità nella diaspora
La stretta di mano tra il presidente cinese Xi Jin…
by Fabio Veronica Forcella Outlet Italia
Nel 2014 l’Italia ha scalato le classifiche internazionali relative alla…