Rimettersi in gioco con coraggio: il futuro della socialdemocrazia europea

Written by Andrea Peruzy Wednesday, 30 June 2010 18:04 Print

“Le forze socialdemocratiche sono chiamate ora a ripensare se stesse, a rimettersi in gioco con coraggio, sforzandosi di leggere la realtà attraverso categorie nuove e di elaborare su questa base politiche innovative”. Del futuro della socialdemocrazia europea, delle radici culturali e dei principi ispiratori delle forze progressiste del continente, del contributo che le fondazioni riformiste possono offrire per ridefinirne strategie, cultura politica e visione del futuro, in un articolo apparso sul Foglio lo scorso 24 giugno.

Andrea Peruzy sul Foglio del 24/06/2010.

Che cosa succede alla sinistra europea? Che cosa succede ai compagni che si trovano in giro per l’Europa? Sono tutti bolliti? Sono tutti vittime di un irreversibile percorso che da qui a poco sancirà in modo definitivo la fine della vecchia socialdemocrazia? Non credo sia così e credo anzi che la sinistra europea e quella italiana oggi hanno la grande occasione di riscrivere insieme l'agenda e il profilo di una nuova socialdemocrazia europea. Ma andiamo con ordine.

Gli esiti positivi del processo di integrazione europea rappresentano il più grande successo politico del nostro tempo. I popoli europei non si considerano più come una potenziale minaccia l’uno per l’altro, come è avvenuto per secoli, perché sessant’anni di storia condivisa hanno insegnato loro a lavorare insieme per costruire un destino comune. Le minacce oggi sembrano nascere soprattutto al di fuori dei confini del continente, ed esigono un salto di qualità nel processo di integrazione. La crisi mondiale ha inoltre evidenziato l’esistenza di un deficit di democrazia dovuto all’asimmetria tra la crescita dell’economia e la debolezza delle istituzioni internazionali. E’ quindi necessario un rafforzamento dell’Unione non solo in quanto luogo di incontro e di mediazione fra i governi di fronte alle rinnovate spinte nazionaliste, ma anche come strumento utile ad evitare il rischio di un’Europa schiava delle sue paure e sempre meno influente.

Leggi tutto l'articolo qui.

ie Online

by Fabio Atzeni e Sally Stoppa Libia, tra desideri e rischi per l’Italia
Malgrado gli sforzi per riconciliare le tante anime delle fazioni in gioco in Libia la strada per la formazione di…
by Giovanni Bastianelli Le sfide del digitale in ambito turistico
Quello turistico è stato tra i primi settori a recepire positivamente l’influenza e l’utilità della rete. Quali tendenze, applicazioni e…
by Romeo Orlandi Cina e Taiwan a Singapore. L’unità nella diaspora
La stretta di mano tra il presidente cinese Xi Jin Ping e quello di Taiwan Ma Ying-jeou segna una svolta…

le Pubblicazioni


copertina_4_2016_small
Agenda
Nero d’Europa
Focus
Sviluppo sostenibile,
città maestra


Online articoli di Musella, Tarchi, Zanchini, Andreatta, Decaro, Trigilia, Lepore, Tomassi.

ie_ipad_kindle2
ipad2_grande_sito
Leggi Italianieuropei anche sul tuo tablet. Scarica dall’Apple Store l’app per iPad o acquista su Amazon un numero in formato ebook per Kindle, pc e altri tablet. | Leggi tutto