Governo del territorio: impresa e modelli regionali

Written by Redazione Monday, 12 December 2005 01:00 Print

Il 'governo del territorio, impresa e modelli regionali' è funzione per eccellenza delle amministrazioni regionali e locali. Ed è una spia emblematica della sua autonoma capacità di fare o meno politiche efficaci in materia di conservazione attiva dei beni e delle risorse territoriali che compongono il patrimonio ambientale e culturale di un determinato luogo e della sua popolazione. Ma è anche, e proprio perciò, strumento e condizione di crescita economica e di competitività per le imprese e il lavoro che a quel territorio danno vitalità e identità . Nel periodo storico che stiamo vivendo 'sostenibilità ' e 'qualità ' della crescita sono infatti connesse al se e al come si governano le risorse primarie e infrastrutturali di un territorio; il suo paesaggio, la sua tutela e i suoi cambiamenti; la sua identità e la sua riconoscibilità locale e internazionale; le prestazioni e il sostegno che esso sa dare alla produzione di ricchezza e di beni collettivi.

In questa cornice 'governo del territorio' è nozione che supera le pratiche e i saperi legati alla sola 'urbanistica', alla sola disciplina della proprietà edilizia e delle sue valorizzazioni immobiliari e diventa un insieme di visioni, di strumenti e di azioni di governo e di amministrazione che danno un sostegno essenziale al rilancio e alla qualificazione competitiva e attrattiva del fare impresa e buona occupazione nello scenario del mercato globale. E rendono essenziali le capacità di programmazione e attuazione delle autorità locali e delle regioni.
Per questo 'governo del territorio' è tematica che si interseca con i modi e le culture di governo delle diverse realtà regionali e locali del nostro Paese e alle capacità di visione nazionale e internazionale che gli amministratori dei diversi territori sanno esprimere. Ed è tematica che si intreccia con le politiche economiche e industriali in specie, con le strategie orientate alla competitività e all'attrattività di antiche e nuove energie imprenditoriali e manifatturiere, e con i fattori che possono o meno agevolarne e qualificarne il radicamento in un dato ambito territoriale.
Così il governo del territorio assume un valore centrale nella cultura del riformismo italiano e nelle strategie delle forze politiche che si candidano alla guida del Paese. E le esperienze delle regioni e delle amministrazioni locali che più hanno innovato concetti e strumenti attorno a questo tema, offrono a tal fine un contributo prezioso.
E' una simile riflessione che si propone questo convegno promosso da 'Italianieuropei' e dal Gruppo consiliare dei Democratici di Sinistra della Regione Toscana. Studiosi, amministratori e leaders politici nazionali confronteranno analisi, proposte e linee di azione per correlare entro un disegno organico tutela e innovazione territoriale e politiche nazionali e regionali per la piccola e media impresa.

 

PROGRAMMA

Ore 9.30

Presiede: Paolo Cocchi
Presidente Gruppo DS del Consiglio Regionale della Toscana


Saluti: Marco Filippeschi
Segretario Unione Regionale DS Toscana


Introduce: Pier Carlo Padoan
Direttore Fondazione Italianieuropei

'Il territorio e il governo delle risorse.
Elemento centrale delle politiche per la coesione sociale,
la qualità la competitività delle economie locali'

Giuliano Amato
Presidente del Comitato scientifico della Fondazione Italianieuropei

'Una politica riformista nel governo del territorio'


Interviene: Riccardo Conti
Assessore della Regione Toscana

Tavola rotonda


'Il governo del territorio nelle diverse realtà italiane
e nei presupposti culturali'

Luogo: Firenze, Auditorium Consiglio Regionale della Toscana

Intervengono:
Leonardo Domenici - Sindaco di Firenze
Massimo Ghiloni - Direttore mercato privato Ance Nazionale
Walter Tocci - Deputato DS
Piero Marrazzo - Presidente Regione Lazio
Coordina: Massimo Morisi - Università di Firenze
Conclude: Vannino Chiti
Coordinatore della Segreteria dei DS

Ore 13.30 - Buffet

Ore 15.00

Presiede: Pier Carlo Padoan
Direttore Fondazione Italianieuropei
Introduce: Andrea Manciulli
Coordinatore Segreteria Unione Regionale DS Toscana

'Le piccole e medie imprese e il ruolo delle regioni'
Relazione: Salvatore Biasco

Università La Sapienza di Roma

'Competitività del territorio e politiche industriali:
quale ruolo per le Regioni?'
Intervento: Claudio Martini

Presidente della Regione Toscana

Tavola rotonda:
'Per un ruolo delle Regioni nella politica industriale'

Intervengono:
Paolo Fontanelli - Sindaco di Pisa
Riccardo Nencini - Assessore del Comune di Firenze
Riccardo Varaldo - Presidente Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa
Giovanni Doddoli - Presidente Legacoop Toscana
Paolo Sorrentino - Presidente Gilbarco SpA
Matteo Colaninno - Presidente Giovani Imprenditori Confindustria
Moreno Carloni - Presidente CNA Orafi Arezzo
Coordina: Pier Carlo Padoan
Direttore Fondazione Italianieuropei

'Un progetto innovativo per l'industria italiana e il suo
ancoraggio territoriale'

Interviene: Vincenzo Visco
Presidente Nuova Economia Nuova Società

Conclude: Massimo D'Alema
Presidente Fondazione Italianieuropei

ie Online

by Fabio Atzeni e Sally Stoppa Libia, tra desideri e rischi per l’Italia
Malgrado gli sforzi per riconciliare le tante anime delle fazioni in gioco in Libia la strada per la formazione di…
by Giovanni Bastianelli Le sfide del digitale in ambito turistico
Quello turistico è stato tra i primi settori a recepire positivamente l’influenza e l’utilità della rete. Quali tendenze, applicazioni e…
by Romeo Orlandi Cina e Taiwan a Singapore. L’unità nella diaspora
La stretta di mano tra il presidente cinese Xi Jin Ping e quello di Taiwan Ma Ying-jeou segna una svolta…

le Pubblicazioni


copertina_4_2016_small
Agenda
Nero d’Europa
Focus
Sviluppo sostenibile,
città maestra


Online articoli di Musella, Tarchi, Zanchini, Andreatta, Decaro, Trigilia, Lepore, Tomassi.

ie_ipad_kindle2
ipad2_grande_sito
Leggi Italianieuropei anche sul tuo tablet. Scarica dall’Apple Store l’app per iPad o acquista su Amazon un numero in formato ebook per Kindle, pc e altri tablet. | Leggi tutto